Training Autogeno

Il Training Autogeno è stato sviluppato negli anni ’30 dallo Psichiatra Tedesco Johannes Heinrich Schultz, e d’allora si è continuato ad approfondirlo e fare ricerca.

In pratica si usano degli esercizi corporei e le respirazione per indurre uno stato di rilassamento mentale. Quando il TA è praticato per un periodo prolungato di tempo, è in grado di modificare il modo in cui le persone affrontano le cose emotivamente. I cambiamenti che apporta a livello cerebrale sono misurabili con strumentazione esterna e, a differenza da ciò che si ottiene con la suggestione, producono risultati stabili nel tempo.

Le onde cerebrali prodotte dalle persone durante una sessione di Training Autogeno, e misurate tramite EEG, risultano diverse da quell prodotte sia durante il sonno, sia duranete l’ipnosi. Questo stato particolare puo’ risultare utile per fare delle associazioni in psicoterapia e per capire i traumi originali legati a determinati comportamenti.

Questa tecnica è adatta per diminuire l’ansia, gli attacchi di panico, l’ipertensione, l’insonnia e l’emicrania.